Missouri elimina il periodo di attesa di tre giorni per la licenza di matrimonio


Da Springfield News-Leader Il periodo di attesa di tre giorni del Missouri per ottenere licenze di matrimonio verrà eliminato domani, ha annunciato la Contea di Greene. La legge statale richiede attualmente coppie che pianificano di sposarsi nel Missouri per comparire davanti al registro di contea dei fatti e richiedere una licenza.

Da Springfield News-Leader

Il periodo di attesa di tre giorni del Missouri per ottenere licenze di matrimonio verrà eliminato domani, ha annunciato la Contea di Greene.

La legge statale richiede attualmente coppie che pianificano di sposarsi nel Missouri per comparire davanti al registro di contea dei fatti e richiedere una licenza. La coppia deve quindi attendere tre giorni lavorativi e tornare all'ufficio del registratore per ritirare la licenza.

Il Senato Bill 22 elimina la necessità di due viaggi nel registratore dell'ufficio degli atti. Su richiesta, spose e sposi possono ottenere una licenza lo stesso giorno se hanno intenzione di sposarsi entro 30 giorni.

Take di Tango Non siamo sicuri se questa sia una cosa buona o cattiva. Un periodo di pausa è sempre una buona idea. Ma un giorno contro tre giorni farà davvero molto? Abbiamo sentito dire prima che dovrebbe essere altrettanto difficile sposarsi in quanto divorziato. Ci chiediamo se questo significhi che il divorzio dovrebbe essere più facile o il matrimonio dovrebbe essere più difficile. Ha un senso per le persone ottenere subito una licenza di matrimonio. E se avessi una lunga vacanza in arrivo? E se i tuoi genitori fossero appena fuori città per il weekend e tu dovessi sposarti nel seminterrato prima che tornino dal portare la tua sorellina all'università? Che cosa succede se hai appena scoperto di avere 8 mesi e 28 giorni di gravidanza e vuoi che il tuo bambino sia portato a letto in matrimonio? Forse le persone dovrebbero avere solo un periodo di attesa se stanno usando il pot o sono appena tornati da un concerto Journey.

Leggi di più sull'articolo originale ...

Pubblica Il Tuo Commento